dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»STUDENTI UNIBAS POTRANNO COLLABORARE CON IL COMUNE

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 01 Aprile 2021 12:30

STUDENTI UNIBAS POTRANNO COLLABORARE CON IL COMUNE

Studenti e dottorandi dell’Università della Basilicata potranno svolgere attività di collaborazione con l’Amministrazione comunale. Questa mattina il sindaco, Domenico Bennardi, e il direttore del Dipartimento delle Culture europee e del Mediterraneo (Dicem) dell’Unibas, Aldo Corcella, hanno sottoscritto un accordo triennale che consente di trasferire conoscenze tra chi le crea e chi le utilizza.

Alla firma del documento, nella Sala Mandela di via Aldo Moro, erano presenti anche l’assessore ai Lavori Pubblici, Graziella Corti, e la professoressa dell’ateneo lucano Antonella Guida.

La collaborazione, stabilita per la durata di tre anni, prevede la costruzione di un archivio multimediale dei beni architettonici, artistici, storici e culturali; la promozione e realizzazione di percorsi formativi e di ricerca; l’attivazione di consulenze tecnico-scientifiche sui temi del restauro, della sicurezza, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio architettonico, storico e ambientale; l’attivazione di tirocini formativi certificati per studenti e dottorandi, da svolgersi presso il Comune; l’impostazione e l’attivazione di campagne di rilevamento e studio storico, archivistico e architettonico.

“L’università rappresenta una straordinaria opportunità per la nostra città che non è stata ancora colta pienamente – ha detto il sindaco Bennardi -. Abbiamo il dovere di rendere più estesa e profonda la missione dell’Unibas, mettendola in rete con gli altri presidi culturali già esistenti e con quelli in via di realizzazione: il villaggio digitale di San Rocco, il centro di geodesia spaziale, la scuola di restauro, il conservatorio musicale, il centro sperimentale di cinematografia, la casa delle tecnologie emergenti, il nuovo progetto Piazza Wi Fi Italia”.

Soddisfazione per la ripresa della collaborazione tra Università e Amministrazione comunale è stata espressa anche dal direttore del Dicem, Corcella, al fine di costruire occasioni qualificate di crescita e opportunità professionali per i giovani lucani.